Accetto
Per ottimizzare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza cookies. Cliccando accetta si autorizza l'uso dei cookies. Maggiori informazioni
Register
iscriviti gratuitamente ad It's Tuscany, scoprirai gli incantevoli territori della Toscana, i suoi prodotti e le sue tipicità
Privato
Azienda
 Registrami alla newsletter per ricevere offerte sui prodotti e news dai territori
Inviando questo modulo si accosente il trattamento dei dati personali sopra inseriti, per la funzione del servizio richiesto, i dati saranno tutelati in base al d.l. n 196 del 30 giugno 2003 decreto legislativo n. 196 del 30/06/2003
 * Spuntando la casella si accettano i  Termini e condizioni generali  di It's Tuscany

 

Sinalunga

Condividi:  Send via email Share on facebook Share on twitter share on WhatsApp

UN BORGO SITUATO AI CONFINI DELLA VAL DI CHIANA SENESE

I primi insediamenti ritrovati a Sinalunga risalgono ad epoca etrusca. Nell’anno mille la città apparteneva ai Cacciaconti, ramo dei conti di Scialenga e Berardenga. All'inizio del 1300 entrò nello stato senese e fu il centro del Vicariato e del Capitano di Giustizia. A causa della sua posizione su zona di confine, subì numerosi assedi con la demolizione della Fortezza da parte di Ferdinando I dei Medici.

Il centro storico di Sinalunga è interessante e conserva diversi notevoli edifici storici. Qui delle strette stradine portano al cosiddetto "camminamento" delle mura dal quale è possibile godere di uno splendido panorama sulla Val di Chiana. La Chiesa di Santa Lucia era sede degli incontri del Consiglio della Comunità, oggi è usata come auditorium.

Il Palazzo Pretorio del 1300, era il centro dell'autorità civile e su un lato della facciata si trova l’antico stemma dei Medici. Il Teatro Comunale Ciro Pinsuti risale alla fine del ‘700 ed è dedicato a Ciro Pinsuti, musicista di Sinalunga.

Il Convento di San Bernardino del 1400 preserva delle belle opere di Guiduccio Cozzarelli e Benvenuto di Giovanni. La Pieve di San Pietro al Mensulas, fu edificata per volere di San Donato, vescovo di Arezzo nel 300. La chiesa è in stile romanico e fu costruita sui resti di una stazione di posta romana, al suo interno si trovano delle lapidi romane e un dipinto della scuola di Cozzarelli. Merita una vista anche la Collegiata di San Martino risalente al 1588.

 

Tradizioni e Tipicità

La tradizione culinaria di questa zona è molta antica. Piatti tipici sono la ciaccia con i friccioli e la versione dolce con l’uvetta e la minestra di pane. Tra i dolci sono imperdibili i cavallucci, i ciambellini incotti di Sinalunga e il migliaccio.

 

Photo Credits [toscanaovunqueseibella.it]

Events Eventi
News Notizie
Stores Aziende
Company Company
Operators Operators
Hotels Hotel
Restaurants Ristoranti
Raggio
Filtra per categorie: 
 5 Km
 10 Km
 15 Km
 20 Km